header-newsite1240-400

Benvenuti! | Welcome!

I Gurkha: dal Nepal a Cassino per uno staff ride

Una delegazione di 25 militari del Royal Gurkha Rifles ha visitato il Cassinate in questi giorni nell’ambito di uno staff ride, uno studio accurato dei campi di battaglia finalizzato a trarre insegnamenti per applicazioni attuali e future operazioni militari.

I Gurkha, di etnia nepalese, iniziarono a essere arruolati come volontari nella Compagnia Britannica delle Indie Orientali, dopo la guerra Anglo-Nepalese del 1812-1815 e si sono sempre distinti come soldati leali, valorosi e disciplinati, Dopo l’indipendenza dell’India, alcuni dei loro reggimenti entrarono a far parte dell’esercito britannico costituendo i Royal Gurkha Rifles, gli stessi che, nella seconda guerra mondiale, durante la Campagna d’Italia, precisamente a partire dal febbraio del 1944 fino allo sfondamento della Linea Gustav, avvenuto nel maggio dello stesso anno, furono impiegati a Cassino.

Ed è proprio nella Città martire, e sulle sue colline, che questi soldati di piccola statura ma assai robusti e particolarmente feroci, anche a detta dei tedeschi che li temevano ma stimavano allo stesso tempo, si distinsero nei molteplici attacchi. Prima a febbraio del 1944, a nord di Montecassino, e successivamente a partire dal 15 marzo - data tristemente nota ai Cassinati per via della quasi totale distruzione della Città a seguito di un pesante bombardamento aereo - alcuni reparti Gurkha furono dislocati in un settore particolarmente ostile e esposto del fronte: il ripido costone meridionale del Sacro Monte. Lo slancio finale di questo ardito attacco avrebbe potenzialmente permesso alle truppe indiane di prendere contatto con altre unità che erano state incaricate di effettuare un attacco da nord est finalizzato ad attirare forze tedesche alle spalle del Monastero. Così facendo l'ala che affaccia sulla città di Cassino sarebbe rimasta maggiormente sguarnita e quindi più facilmente conquistabile. I piani Alleati prevedevano che i Gurkha raggiungessero la Collina di Venere, sito conosciuto anche con il toponimo militare: Hangman’s Hill, letteralmente ‘collina dell'impiccato’. Tale macabro nome si deve alla presenza su quel sito del traliccio portante della funivia che collegava Montecassino alla Città; quando questo, a seguito dei bombardamenti e cannoneggiamenti, venne ridotto a un ammasso di metallo, assumendo la silhoulette di un vero e proprio patibolo, gli Alleati non persero l’occasione per ribattezzarlo con un appellativo ancora oggi in grado di evocare la eco di quei sanguinosi giorni di combattimenti.

Su questa collina i militari nepalesi, che affrontarono con tenacia i paracadutisti tedeschi della 1. Fallschirmjager Division (1a divisione), restarono isolati per diversi giorni a partire dal 17 di marzo del 1944, con la sola possibilità di ricevere rifornimenti aviolanciati, spesso lontano dalle loro linee, vista anche la posizione assai critica, sotto la diretta osservazione e tiro del nemico. Di un organico iniziale di quasi un migliaio di uomini, dopo giorni di estenuante e coriacea battaglia, solo otto ufficiali e 177 militari di altro grado riuscirono a sopravvivere e a tornare dietro le linee alleate. Un sacrificio enorme che ancora oggi è ricordato nelle scuole militari di tutto il mondo.  Il generale Sir Francis Tuker, al tempo comandante della 4th Indian Division (4a divisione indiana), in cui erano inquadrati i reparti Gurkha, commentando le gesta dei soldati, disse che tale battaglia sarebbe stata ricordata nella storia come «una delle più ostinate mai combattute».

Proprio questa collina, Hangman’s Hill, è stata una delle tappe più importanti dello staff ride che ha toccato, tra gli altri luoghi storici: l’Abbazia di Montecassino, Rocca Janula, Cassino, Terelle, Sant’Angelo in Theodice e i cimiteri militari. L’Associazione Linea Gustav, di Piedimonte San Germano, da sempre impegnata nello studio e nella valorizzazione dei luoghi delle battaglie, è stata nuovamente scelta come organizzazione di riferimento per gli approfondimenti storici e per la logistica, vista la decennale, dettagliata, conoscenza del terreno dei combattimenti. L’evento, di più giorni, si è concluso con la visita dei campi di battaglia di Sant’Angelo in Theodice, frazione di Cassino in cui i Gurkha entrarono vittoriosi nel maggio del 1944, e una funzione presso il Cimitero del Commonwealth, dove i militari hanno voluto rendere omaggio ai loro connazionali caduti. Al termine della stessa, in segno di apprezzamento per «l’inestimabile supporto prestato, senza il quale lo staff ride non sarebbe stato possibile, ma anche per l'opera di sensibilizzazione attraverso la quale si contribuiscono a mantenere vive la memoria e le gesta dei militari», il Maggiore Raj Rai ha voluto fare dono all’Associazione Linea Gustav, nella persona del suo presidente Damiano Parravano, di un crest che ritrae l’emblema del 2nd Royal Gurkha Rifles, esprimendo l’accorato proposito di intraprendere una duratura e proficua collaborazione finalizzata alla valorizzazione della memoria dei Gurkha che combatterono e morirono nel Cassinate. «Quando eravamo su Hangman's Hill - ha concluso il Maggiore - ho provato un sentimento per me difficile da esprimere ma che mi ha fatto sentire orgoglioso di essere un Gurkha».

«La battaglie per la presa della Linea Gustav  - dichiara il presidente Damiano Parravano – hanno visto l’avvicendarsi di decine e decine di etnie, caratterizzate da culture e lingue differenti. Alcune di queste oggi vengono ricordate con grande disprezzo a seguito delle innumerevoli violenze e razzie perpetuate a danno della inerme popolazione civile, nonostante l’innegabile rispetto guadagnato sul campo di battaglia. Non è il caso dei Gurkha, soldati la cui condotta e il cui coraggio sono da sempre segni di distinzione. Essi – aggiunge il Presidente -, sono ben ricordati ovunque abbiano combattuto, soprattutto dai civili. A Cassino hanno mostrato una tenacia e una resistenza fisica fuori dalla norma, fronteggiando con determinazione una delle unità d'élite della Wehrmacht, tra le più motivate e preparate della seconda guerra mondiale, i paracadutisti tedeschi, conosciuti anche con il nome di ‘diavoli verdi di Montecassino’.  Aver avuto la fortuna di essere al loro fianco per diversi giorni – conclude Parravano - mi ha permesso di apprezzare non solo le rinomate capacità militari ma anche le qualità umane di questi soldati, innegabilmente umili e la cui integrità morale e senso di abnegazione sono quanto di più sorprendente abbia mai visto nella mia vita.  Onore ai loro nonni che hanno sacrificato le loro esistenze combattendo valorosamente ma lasciando un segno positivo e indelebile nella dolorosa vicenda bellica che ha interessato la Terra Sancti Benedicti.»

La notizia dello staff ride, e la collaborazione con l’Associazione,  hanno avuto ampia diffusione sui media nepalesi che hanno voluto darne particolare risalto nelle prime pagine dei giornali.

Per ulteriori approfondimenti storiografici:

  • I Gurkha sulla Collina dell'impiccato, di Valentino Matte, pubblicato sul sito "Dal Volturno a Cassino"
  • The Tiger Triumphs. The Story of Three Great Divisions in Italy. 1946, England.

 

Segue una rassegna di immagini:

 

Partners

SetmmaAbbazia logo MNMOK 

Immagine del giorno

monte-cassino-1944-granger.jpg

ASSOCIAZIONE LINEA GUSTAV

CENTRO STUDI E RICERCHE STORICO MILITARI

Sede Legale: Via Termine Piumarola n.15 - 03030 Piedimonte San Germano (FR)

e.mail: info@gustavline.it; 

website: www.gustavline.it
fax: (+39)06233207015;

Segreteria: (+39)3490634196
pec: associazionelineagustav@pec.it ;

C.F. 91022170608 – P.I. 02795300603 

Facebook

Sostieni l'Associazione Linea Gustav con una piccola donazione



Welcome to ladbrokes sign-up information.

Designed by Gustav Line - COPYRIGHT - ALL RIGHTS © - Reproduction in whole or in part of the contents of this Website is prohibited/forbidden

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente ne accetta l'utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo

Cookie Policy

La presente Cookie Policy è relativa al sito www.gustavline.it (“Sito”) gestito e operato dall'Associazione Linea Gustav, con sede in via Termini Piumarola 12, Piedimonte San Germano (FR) - ITALY

I cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto.

Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito.

Il Sito utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l'utente può utilizzare per connettersi al Sito.

Cookies tecnici

I cookies tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio.

Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web.

Possono essere suddivisi in cookies di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookies analytics, assimilati ai cookies tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookies di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.


La disabilitazione dei cookies potrebbe limitare la possibilità di usare il Sito e impedire di beneficiare in pieno delle funzionalità e dei servizi presenti sul Sito. Per decidere quali accettare e quali rifiutare, è illustrata di seguito una descrizione dei cookies utilizzati sul Sito.

Tipologie di cookies utilizzati

Cookies di prima parte:

I cookies di prima parte (ovvero i cookies che appartengono al sito dell’editore che li ha creati) sono impostati dal sito web visitato dall'utente, il cui indirizzo compare nella finestra URL. L'utilizzo di tali cookies ci permette di far funzionare il sito in modo efficiente e di tracciare i modelli di comportamento dei visitatori.

Cookies di terzi:

I cookies di terzi sono impostati da un dominio differente da quello visitato dall'utente. Se un utente visita un sito e una società diversa invia l'informazione sfruttando quel sito, si è in presenza di cookies di terze parti.

Cookies di sessione:
I c.d. ‘cookies di sessione’ sono memorizzati temporaneamente e vengono cancellati quando l’utente chiude il browser. Se l’utente si registra al Sito, può utilizzare cookies che raccolgono dati personali al fine di identificare l’utente in occasione di visite successive e di facilitare l'accesso - login al Sito (per esempio conservando username e password dell’utente) e la navigazione sullo stesso. Inoltre Open Source Solutions utilizza i cookies per finalità di amministrazione del sistema. Il Sito potrebbe contenere link ad altri siti. Open Source Solutions non ha alcun accesso o controllo su cookies, web bacon e altre tecnologie di tracciamento usate sui siti di terzi cui l’utente può accedere dal Sito, sulla disponibilità, su qualsiasi contenuto e materiale che è pubblicato o ottenuto attraverso tali siti e sulle relative modalità di trattamento dei dati personali; Open Source Solutions a questo proposito, considerata la mole di tali siti terzi, declina espressamente ogni relativa responsabilità. L’utente dovrebbe verificare la privacy policy dei siti di terzi cui accede dal Sito per conoscere le condizioni applicabili al trattamento dei dati personali poiché la Privacy Policy di Open Source Solutions si applica solo al Sito come sopra definito.

Cookies persistenti:

I cookies persistenti sono memorizzati sul dispositivo degli utenti tra le sessioni del browser, consentendo di ricordare le preferenze o le azioni dell'utente in un sito. Possono essere utilizzati per diversi scopi, ad esempio per ricordare le preferenze e le scelte quando si utilizza il Sito.


Cookies essenziali: 

Questi cookies sono strettamente necessari per il funzionamento del Sito. Senza l'uso di tali cookies alcune parti del Sito non funzionerebbero. Comprendono, ad esempio, i cookies che consentono di accedere in aree protette del Sito. Questi cookies non raccolgono informazioni per scopi di marketing e non possono essere disattivati.

Cookies funzionali:

Questi cookies servono a riconoscere un utente che torna a visitare il Sito. Permettono di personalizzare i contenuti e ricordate le preferenze (ad esempio, la lingua selezionata o la regione). Questi cookies non raccolgono informazioni che possono identificare l'utente. Tutte le informazioni raccolte sono anonime.

Cookies di condivisone sui Social Network:

Questi cookies facilitano la condivisione dei contenuti del sito attraverso social network quali Facebook e Twitter. Per prendere visione delle rispettive privacy e cookies policies è possibile visitare i siti web dei social networks. Nel caso di Facebook e Twitter, l'utente può visitare https://www.facebook.com/help/cookies e https://twitter.com/privacy.

Nello specifico, si riporta di seguito la lista dei principali cookies utilizzati sul Sito e relative descrizioni e funzionalità, compresa la durata temporale.

1) Tipologia di Cookie Prima parte Funzionale
Provenienza Open Source Solutions
Finalità Recuperare le impostazioni dell'utente (salvare la sessione dell'utente e ricordare alcune impostazioni come le impostazioni di accessibilità)
Durata Cookie persistente
   
2) Tipologia di Cookie Prima parte - Funzionale
Provenienza Open Source Solutions
Finalità Memorizzare il luogo dell'utente e ricordare le impostazioni di lingua (in forma anonima)
   
3) Tipologia di Cookie Prima parte - Funzionale
Provenienza Open Source Solutions
Finalità Personalizzare il contenuto della pagina a seconda del dispositivo utilizzato dall'utente, delle sue scelte e delle impostazioni (in forma anonima)

Come modificare le impostazioni sui cookies

La maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookies, ma l’utente normalmente può modificare le impostazioni per disabilitare tale funzione. E' possibile bloccare tutte le tipologie di cookies, oppure accettare di riceverne soltanto alcuni e disabilitarne altri. La sezione "Opzioni" o "Preferenze" nel menu del browser permettono di evitare di ricevere cookies e altre tecnologie di tracciamento utente, e come ottenere notifica dal browser dell’attivazione di queste tecnologie. In alternativa, è anche possibile consultare la sezione “Aiuto” della barra degli strumenti presente nella maggior parte dei browser.


E' anche possibile selezionare il browser che utilizzato dalla lista di seguito e seguire le istruzioni: - Internet Explorer; - Chrome; - Safari; - Firefox; - Opera. Da dispositivo mobile: - Android; - Safari; - Windows Phone; - Blackberry.

Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio offerto da Open Source Solutions.