74° anniversario 'Eccidio di Collelungo'

Ieri, 28 dicembre 2017, ricorreva il 74° anniversario dell’eccidio di Collelungo in cui ben 38 civili, più 4 militari allo sbando del neo disciolto esercito italiano, nel vano tentativo di sfuggire alla furia dei combattimenti della Linea di Inverno, giunsero sul greto del Rio Chiaro in località Collelungo di Cardito, a Vallerotonda (FR), ma trovarono invece la morte per mano di alcuni militari della Wehrmacht, per ragioni che ancora oggi non sono del tutto chiare.

Purtroppo le abbondanti nevicate di questi giorni non ci hanno permesso di arrivare, come consuetudine da diversi anni, sul luogo del martirio. Le associazioni Associazione Linea Gustav e Associazione Battaglia di Cassino hanno però voluto deporre la corona, inizialmente destinata all’ultimo giaciglio mortale dei poveri innocenti, presso la palestra comunale di Vallerotonda nei cui spazi la locale Pro Loco diretta dal presidente Nino Rossi, nell’ambito della proposta di riconoscimento avanzata dalla attuale amministrazione nella persona del Sindaco Gianfranco Verallo, ha allestito una mostra a ricordo del tragico evento e delle iniziative che, dal dopoguerra fino a oggi, hanno contribuito alla sua divulgazione e preservazione. Alcuni reperti storici, a esso verosimilmente riconducibili, sono stati esposti in una teca antistante al temporaneo altare dove una commovente messa, a suffragio dei Santissimi Innocenti Martiri, è stata seguita dal consiglio comunale aperto e congiunto con le comunità montane della XIV Valle di Comino e XV Valle del Liri, al quale hanno partecipato anche le locali autorità civili e militari.

Si ricorda che, come da programma, oggi 29 dicembre alle ore 18:00 presso la chiesa Madre di Vallerotonda, sita in Piazza Duomo, si terrà un concerto in memoria dei martiri di Collelungo dell'Ensamble di Clarinetti del conservatorio L. Refice di Frosinone. La direzione è a cura del Maestro Antonello Timpani.

 

Di seguito alcune immagini del sopracitato evento: